Per la vendita alle imprese

Guida pratica per la cura dell'auto.

In estate e non solo.

25/06/2020

Lavaggio_auto

Ogni anno sempre la stessa storia: la spiaggia, il sale, un’esposizione prolungata al sole nel solito parcheggio, gli insetti, i bisogni di qualche uccello… anche se non ci si penserebbe sulle prime, l’estate può mettere a dura prova lo stato generale di salute delle automobili.

In questa breve guida vi spiegheremo come prenderci cura del nostro mezzo a 4 ruote preferito, soprattutto durante la bella stagione.

Partiamo da concetti chiave basilari e imprescindibili:

  1. non utilizzare mai prodotti chimici sotto il sole o con la carrozzeria rovente!
  2. proteggere sempre le proprie mani con guanti adeguati
  3. per alcuni prodotti si consiglia l’uso di mascherine.

Prima di tutto è sempre utile dare uno sguardo al veicolo al fine di verificarne la condizione e quindi decidere come procedere.

 

Gli interni.

Un buon consiglio consiste nel dedicarsi prima all'interno, poiché capita facilmente di sporcare con tubi aspiratori o polvere la carrozzeria esterna (e in condizioni estreme addirittura di dover rifare il lavoro di pulizia!).

Attenzione! Ricordiamoci di usare prodotti destinati ad un uso specifico per un risultato impeccabile su ogni superficie che vogliamo trattare:

Materiali sintetici

Per le plastiche è opportuno utilizzare prodotti dedicati e non prodotti generici; tra di essi, in base all'effetto che vogliamo ottenere, possiamo scegliere di utilizzare prodotti con o senza silicone. I primi daranno un effetto satinato alle nostre basi, però tuttavia ciò implica una maggiore attenzione della stesura, poiché un’applicazione superficiale e scorretta ci regalerà delle belle macchie traslucide che ci faranno compagnia purtroppo per molto tempo. 
Per un utilizzo rapido si consiglia quindi l’utilizzo di prodotti senza silicone. Abbiamo poi la possibilità di scegliere prodotti con carica elettrostatica, che una volta applicati terranno lontano la polvere fino all'esaurirsi del suo effetto.

Pulizia plastiche 
Art.Nr. 6100 1731

Parti verniciate

Passiamo ora a parti più delicate, come ad esempio quelle verniciate che sempre più troviamo sui cruscotti delle nostre nuove vetture.

In combinazione a queste possiamo utilizzare panni in micro-fibra, o panni per vetri. Essenziale per non creare micro-graffi è la procedura: poiché prima di qualsiasi trattamento è necessario spolverare la superficie accuratamente e solo poi applicare il prodotto specifico destinato all'utilizzo scelto. In caso di leggeri graffi possiamo anche decidere di applicare del Polish fine.

Polish P336
Art.Nr. 6700 1734

Display

Passiamo poi allo schermo TFT, CdB ed eventualmente alla strumentazione. Essendo anche essi protetti da parti molto delicate, si consiglia di non strofinare energicamente durante la fase di pulizia, ma piuttosto suddividere le passate, in modo delicato e utilizzando un panno precedentemente inumidito in combinazione con un prodotto specifico (eventualmente anche un prodotto per vetri, può venire in vostro aiuto).

Pulitore TFT
Art.Nr. 6100 1618

Sedili

In caso i nostri sedili necessitino di una rinfrescata possiamo optare per prodotti smacchianti dedicati (in relazione ai materiali di costruzione).

Per sedili in pelle si consiglia un latte detergente con pH neutro e successivamente si consiglia di applicare un prodotto idratante per prevenire quelle fastidiose pieghe che possono poi trasformarsi in spiacevoli tagli e strappi.

Per una pulizia efficace a volte è necessario, oltre al panno in micro fibra, l’utilizzo di una spugna morbida per far penetrare i prodotti in profondità.

Pelle R562
Art.Nr. 6130 1880

Aspirazione

Dedichiamoci successivamente a una fase conclusiva molto importante, ovvero quella dell’aspirazione. Scegliamo un adattatore per l’aspirapolvere in base alle caratteristiche del nostro veicolo e alla location in cui abbiamo intenzione di andare a operare. 

Si consiglia di rimuovere i tappetini, sbatterli per togliere la polvere in eccesso e aspirarli. In caso volessimo profumare il nostro interno, sarà sufficiente spruzzare del profumo su di essi, in modo da non macchiare altre parti del veicolo.

Eliminaodori P310
Art.Nr. 6130 2008

 

Gli esterni.

In questa fase dobbiamo avere qualche accortezza in più: specialmente dobbiamo fare affidamento su diverse fasi, non sempre intercambiabili.

Lavaggio

Per prima cosa si consiglia di insaponare il veicolo con un prelavaggio, possibilmente ad alta pressione, utilizzando sempre acqua calda.

Un consiglio per i più esigenti è quello di cercare di evitare l’utilizzo di spazzole, specialmente sui colori delicati (neri e scuri), per evitare di creare fastidiosi aloni e micro-graffi. Se proprio non è possibile, si consiglia di utilizzarle prima sui vetri e solo dopo sulla carrozzeria, evitando che qualche residuo precedente, annidato all'interno delle stesse, possa intaccare la vernice.

Shampoo R528
Art.Nr. 6100 1703

Addio allo sporco

A questo punto possiamo andare ad agire su cerchi, residui di insetti e sporco in generale.

Utilizziamo un tempo di posa della schiuma in base al pH chimico: cerchiamo di capire se è adatto o meno al nostro tipo di disco. I prodotti con un pH acido non sempre vanno utilizzati su cerchi in magnesio, cromati o alluminio. Per questi si consiglia l’utilizzo di detergenti più delicati.

Potremmo ora utilizzare anche una spugna morbida per detergere a fondo la carrozzeria ed, eventualmente, l’impiego di prodotti aggiuntivi per la rimozione di resine, moscerini, catrame o altro.

Pulitore cerchi R522
Art.Nr. 6100 1741

Risciacquo, asciugatura & rifinitura

Potremmo decidere di utilizzare una cera ad asciugatura rapida (spesso non necessita di un’ulteriore azione). Processo più veloce e anche di grande effetto!

In caso non sia possibile, si può optare per un’asciugatura per osmosi, anche se spesso qualche alone di calcare tende a persistere sulla vernice.

La soluzione migliore resta quella di asciugare a mano il veicolo, in modo da poter essere più precisi e intervenire immediatamente sul risultato finale. Cerchiamo di asciugare anche le parti più nascoste, quali battiporta e cerniere, interno baule e cofano.

Per la rifinitura possiamo usare prodotti per lucidare l’esterno delle gomme, (non il battistrada), per la pulizia dei vetri, o eventualmente decidere di applicare un trattamento in nano-tech, che ci garantirà almeno per 15.000 km di non dover utilizzare tergicristalli in caso di pioggia.

Wonder Wax
Art.Nr. 6100 1792

Seguendo queste semplici accortezze la vostra automobile vi ringrazierà! In caso di dubbio o altre curiosità non esitate a rivolgervi a un professionista o al vostro autolavaggio di fiducia.

Scarica le nostre promozioni.

torna alla miniature